Queste le dichiarazioni del tecnico Marco Baroni, al termine dell'ultima gara di campionato persa col Frosinone con un netto 4-0. 

Sulla prestazione della squadra

"C'è stata una disconnessione tra quello che volevamo e potevamo fare. Queste gare così ravvicinate, quattro in nove giorni, sono state difficili dal punto di vista delle energie fisiche e nervose. Mi dispiace del risultato e mi assumo tutta la responsabilità ".

Saluto ai tifosi

"Ci tengo a ringraziare - afferma il tecnico - la squadra e i tifosi che, anche se non sono stati purtroppo presenti allo stadio, ci sono sempre stati vicini. Quello striscione è stato molto bello, mi ha toccato molto così come i giocatori. Peccato perchè non era la chiusura che volevamo con il risultato in campo. Abbiamo sbagliato sotto porta tutte le opportunità. Brutta sconfitta, ma bellissima annata che rimane con quello che hanno scritto i tifosi".

Sulla non convocazione di Mènez

"Menez nella rifinitura aveva un problema alla caviglia e non l'ho convocato. Ai ragazzi Primavera volevo dargli un premio, sono bravi e devono lavorare. Però devo dire che c'erano anche Petrelli e Chierico".

Sul suo futuro

"Futuro? Ci sono delle valutazioni da fare da entrambi le parti e sarà fatto nelle prossime settimane. La squadra ha già dimostrato cosa può fare. Sono onorato, poi, di aver consegnato - conclude Marco Baroni - la maglia della Reggina all'arbitro Marotta,ha arbitrato con personalità."

Sezione: Reggina / Data: Lun 10 maggio 2021 alle 19:21
Autore: Antonio Spina
Vedi letture
Print