Dopo la cocente sconfitta in casa contro il Pisa per 1-2 in sala stampa è Luca Gallo a parlare e lo fa, di fatto, ridimensionando gli obiettivi che lui stesso aveva proclamato ad inizio stagione; le sue dichiarazioni : 

SUBITO LA PRECISAZIONE SU TOSCANO, LA SQUADRA E LA DIRIGENZA

'L'allenatore ha poche colpe in questo momento,se c’è qualcuno che si deve prendere delle colpe quello sono io che pensavo che il campionato di serie B fosse piu semplice ed abbordabile ,soprattutto sull’onda del campionato scorso. Se c’è qualcuno che si deve scusare quello sono soltanto io,ho commesso sicuramente degli errori di valutazione iniziali; il tecnico è confermato,se qualcuno deve andare via quel qualcuno sono io'.

'Sono stato io a parlare di alta classifica - prosegue il patron amaranto - e se c’è qualcuno che deve scusarsi sono io; non sono stato molto lucido ad inizio stagione con alcune dichiarazioni dicendo che la Reggina potesse essere una squadra da primi posti e potesse ambire alla A,se questo non avverrá  e può aver disturbato la tifoseria mi scuso,almeno per i risultati attuali.

'E' la prima stagione che faccio da presidente di una squadra di B, la valutazione che la Reggina sarebbe potuta essere da primi posti è stata mia,se l’evidenza attuale dice il contrario l’unico che deve scusarsi sono io,sono qua per questo,mi sono sbagliato io. Chiedo scusa a chi ha creduto alle mie parole, se non avessi fatto quel tipo di valutazioni adesso la gente sarebbe meno delusa, perché non si sarebbe sentita tradita dai risultati attuali,un errore fatto in buona fede; calciatori allenatore e dirigenti non c’entrano nulla'.

NESSUN RITIRO PER GLI AMARANTO

'Non ci sarà nessun ritiro - risponde Gallo ad una domanda in merito ad una possibile decisione in merito - questa è un altra valutazione mia,sono entrato all’interno dello spogliatoio ed ho parlato con la squadra cercando di tirarli su ed oltre questo non dico nulla sul discorso fatto all’interno.E’ una decisione mia non mandare in ritiro la squadra e se questo sarà un errore mi prenderò la responsabilità anche di questa scelta'.

GLI INGREDIENTI GIUSTI SECONDO GALLO PER USCIRE DA QUESTO MOMENTO DI CRISI

'A livello psicologico serve serenità; nel mio passato sono sempre finito per terra e mi sono sempre alzato,da uomini i ragazzi si tireranno su; dal punto di vista tecnico speriamo di recuperare chi infortunati e non perché chi scende in campo non è all’altezza ma perchè sarebbe bene avere a disposizione tutti e poi mi piacerebbe finire le partite in undici. L’ambiente di Reggio,in questo momento un po’ ferito,credo che aiuterà i ragazzi a tirarsi su anche se non può stare accanto alla squadra; la tifoseria manca molto ,il tifoso piu presente sono io in questo momento ,se ci fossero i supporters la Reggina avrebbe qualche punto in più'.

Sezione: Reggina / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 23:49
Autore: Luigi Martino
Vedi letture
Print