La prima parte di stagione della Reggina non è stata sicuramente all'altezza delle aspettative con cui è stata costruita la squadra. Una compagine senza una precisa identità, che tra punti persi con ingenuità e obiettivi poco chiari, rischiava di andare incontro ad una stagione anonima e deludente. Nel girone di ritorno però, la vera Reggina è uscita fuori con Baroni che ha ricomposto il puzzle, partita dopo partita, con una crescita evidente di tutta la squadra, tanto che oggi, a 4 giornate dalla fine del campionato cadetto, gli amaranto occupano il nono posto in classifica a quota 47 punti, ad un passo dalla zona playoff. Analizziamo però, l'impatto che i "veterani" hanno avuto in questa risalita verso il sogno playoff.

Partiamo da German Denis. Per lui 26 presenze, 4 reti e 2 assist in questa stagione. Nonostante non sia più giovanissimo, in campo ha sempre dimostrato di avere ancora la voglia di incidere, molto spesso riuscendoci, nonostante l'infortunio che lo ha costretto a più di due settimane di stop nel mese di dicembre. Denis ha zittito anche i più scettici e si è regalato un posto nella storia del club, realizzando 15 gol e divenendo così il miglior attaccante straniero della storia della Reggina, superando il precedente record di Kallon (14 reti). Quanto a Jérémy Menez, i riflettori sono sempre stati puntati su di lui, in quanto fin dall'inizio della stagione, il club lo ha messo al centro del progetto. Per lui quest'anno 16 presenze, 3 reti e 2 assist. Durante questo rush finale, per Menez è arrivato il momento di offrire le giuste conferme, anche perchè, quando si trova nel pieno delle sue forze, ha dimostrato davvero di essere determinante.. Infine, parliamo di Marco Crimi. Arrivato dalla Virtus Entella, il classe 90 è da subito diventato perno fondamentale nella Reggina di Mister Baroni. Il centrale ha disputato 27 presenze con un rendimento medio sempre al di sopra della sufficienza, che si allinea più in generale, con il rendimento dell'intera rosa. 

Restano 4 turni in cui gli amaranto affronteranno Cremonese, Ascoli, Lecce e Frosinone e ora, alla luce di impegni non eccessivamente proibitivi per sognare un posto nei playoff, è arrivato il momento di dare l'ultima spinta a questa stagione e con i suoi veterani in gran forma, questo compito per la Reggina potrebbe essere molto più semplice.

Sezione: Reggina / Data: Mer 21 aprile 2021 alle 19:23
Autore: Ilaria Presta
Vedi letture
Print