A Reggio Calabria non c’è solo la Reggina a rincorrere un sogno ma anche la Reggio Mediterranea del presidente Leo, assoluta protagonista del campionato di Eccellenza e determinata a voler conquistare la promozione in Serie D, sfiorata negli ultimi anni. Nella seconda giornata di questo minitorneo, la formazione di mister Misiti è l’unica a punteggio pieno, grazie al successo casalingo rimediato nel derby con la Palmese e al pareggio tra Locri e Sambiase. Gli amaranto costruiscono la loro vittoria nella ripresa, merito del subentrato Stefanazzi, bravo a concretizzare da pochi passi un’azione ben orchestrata. Gara non facile per gli amaranto, contro una Palmese ben organizzata in fase difensiva. La sfida tra queste due formazioni, vedeva una Reggio Med chiamata a dare seguito alla vittoria di Soriano, a differenza di una Palmese con la testa al futuro. Non si sa il perché, ma in questa stagione in pochi danno la Reggio Mediterranea tra le favorite alla vittoria finale, pur avendo tutte le carte in regola per poterci riuscire. Queste prime due giornate, hanno ribadito che Padin e compagni ci sono, consapevoli della propria forza. E’ ancora presto per fare dei bilanci su chi avrà la meglio in questo minitorneo, guai però a sottovalutare la Reggio Mediterranea. Parliamo di una squadra che dalla sua, vanta esperienza, qualità e carattere, tutte armi che possono essere determinanti in vista dei play off. Misiti e i suoi ragazzi hanno conquistato la vetta solitaria, posizione che cercheranno in tutti i modi di difendere fino alla fine. In riva allo Stretto ci credono e ne hanno tutte le ragioni, come più volte ribadito anche dal presidente Bruno Leo, questa squadra rendere la vita difficile a chiunque. Tutti a parlare di Locri, Sambiase e Vigor Lamezia, mentre la Reggio Mediterranea preferisce parlare sul campo. L’avventura è appena iniziata, non resta che allacciare le cinture e godersi questo viaggio che può condurre alla realizzazione di un sogno. Quel sogno che la società reggina merita di realizzare, per la passione e la dedizione che ci mettono nel fare calcio in maniera seria e professionale.

Sezione: Serie D / Data: Lun 19 aprile 2021 alle 11:25
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print