Parla mister Baroni e lo fa alla vigilia della trasferta del "Penzo"; all'andata contro il Venezia finì 1-2 per i lagunari, gara che costò l'esonero a Toscano.

Le dichiarazioni dell'allenatore amaranto: 

SULLE SCELTE E SULLA PARTITA DI DOMANI

'La gestione delle ultime scelte è fondamentale - dichiara mister Baroni - da questo punto di vista ci stiamo lavorando ed abbiamo sempre più la convinzione di poter fare meglio. E' una partita complicata, lo sarà anche per il Venezia, a noi tocca creare loro dei problemi, ad una squadra con un tasso qualitativo significativo. Siamo pronti, dobbiamo giocarcela con il piglio giusto, la compattezza'.

L'ATTEGGIAMENTO DEGLI AMARANTO

'Fare novanta minuti di pressione continua, la lettura della gara sarà di fondamentale importanza come anche i cambi nel corso della partita. Le energie fresche faranno la differenza anche a gara in corso e questo i ragazzi lo stanno capendo bene. Le gare durano 95 minuti ed è spesso a fine partita che queste si risolvono'.

UN OCCHIO AGLI AVVERSARI

'Il Venezia ha costruito molto negli ultimi anni. In questa stagione hanno completato dal punto di vista qualitativo la rosa, ma tranne che nello studio della partita, mi piace guardare più in casa nostra. Sappiamo che ci spetta una serie difficile di partite, ma consapevoli di poterci battere contro chiunque. Il "Penzo" è stato sempre un campo difficile ed allo stesso tempo affascinante per come si arriva, a loro come tutti mancherà il pubblico'.

ANALIZZANDO IL MATCH CONTRO IL CHIEVO

'I numeri della gara contro il Chievo dicono cose diverse rispetto al numero dei pali colpiti dai nostroi avversari. Sono tutti dalla nostra parte e quando si parla bisogna guardare con attenzione a questi elementi. Loro hanno avuto più opportunità è vero, ma sul piano della prestazione i dati sono tutti a nostro favore, il Chievo è stato bravissimo sulle transizioni ed è quello che non dobbiamo concedere a questo Venezia. Detto questo, a me la critica va benissimo, anzi per me è motivo di crescita'.

Sezione: Primo piano / Data: Gio 01 aprile 2021 alle 12:59
Autore: Luigi Martino
Vedi letture
Print