In casa Cosenza, continua a tenere banco il toto direttore sportivo, ultimo nome della lista è quello di Christian Argurio. L’ex diesse di Messina e Catania, era stato dato da più testate molto vicino alla società del presidente Guarascio, ma secondo alcune nostre indiscrezioni raccolte non sembra essere così. Nelle ultime settimane leggiamo di molti diesse e allenatori accostati al Cosenza, i quali alcuni di loro sono stati contattati in maniera soltanto del tutto formale dal massimo dirigente rossoblu, senza poi giungere a nulla di concreto. Tra i papabili per il ruolo di diesse rientra dunque anche il giovane Argurio, che come molti altri non è mai stato vicino al Cosenza.Nel calcio come nella vita tutto è possibile, ma riteniamo che senza dei programmi ben delineati, nessuno accetterà la proposta di Guarascio. Siamo al 20 giugno e si sta perdendo solo del tempo prezioso, conferma che questa proprietà è totalmente priva di idee e progetti. Tutto questo a discapito di una tifoseria esasperata, vittima di prese in giro da un presidente che per il bene di tutti dovrebbe mettersi definitivamente da parte. Sicuramente anche nei prossimi giorni leggeremo altri nomi di diesse e allenatori, giusto per darli in pasto alla stampa, quando invece sanno di prese in giro e di una mancanza di credibilità che questa società ha ormai perso da tempo. Cosenza vanta storia e tradizione, non merita tutto questo. Il calcio non è per tutti, lo abbiamo ribadito più volte, perciò riteniamo che quello che sta accadendo a Cosenza rappresenta un qualcosa di vergognoso e che ci auguriamo qualcuno possa fermare al più presto.

Sezione: Editoriale / Data: Dom 20 giugno 2021 alle 12:07
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print