Palermo-Vibonese 0-0

Punto prezioso per gli uomini di Roselli che tornano in Calabria anche con un po' d'amaro in bocca per l'occasione avuta a fine match con La Ragione, chance che se fosse stata sfruttata avrebbe permesso ai rossoblù di sbancare, forse immeritatamente, lo stadio rosanero; uomini di Filippi che, relegati in nona posizione, devono pensare seriamente a blindare il piazzamento che li manderebbe ai playoff.

Assenti Lucca da una parte e Plescia dall’altra. Non convocato per i rosanero, a sorpresa, Saraniti (scelta tecnica).

Vibonese che imposta, come è consuetudine ma come è anche ovvio visto l'avversario, una partita sul gioco di rimessa; tattica che ha portato dieci punti in altrettante partite per i rossoblù, collezionando sette pareggi ed una vittoria. Palermo che non prende la partita in mano ed appare, per lunghi tratti, controllabile dagli ospiti.

Palermo che fa la partita con una manovra avvolgente ed alla ricerca del varco giusto per bucare la porta di Marson. Si vede anche dalle parti di Pelagotti la Vibonese che con conclusione di Spina, risponde alle numerose sortite rosanero. Manovra sterile per gli uomini di Filippi e Vibonese che si difende senza troppi patemi, ed anzi prova a far male al Palermo con Statella che, innescato da Marson che effettua un lancio con le mani, conclude verso la porta ma senza creare apprensione per i siciliani.

Gara a tratti soporifera, con il Palermo che, soprattutto con l'esperto Santana, prova a far male agli ospiti, mentre la Vibonese attende e si difende. 

Ci prova alla mezz'ora Almici con un colpo di testa, occasione alla quale risponde Parigi con un tiro che va oltre la traversa. Agli sgoccioli della prima parte di gara ci prova Spina che, dopo aver dribblato Marong, si procura un corner. Prima parte di gara che termina 0-0 e da una consapevolezza a Roselli: con un guizzo la partita si può anche vincere.

Secondo tempo che inizia subito con una novità fra i pali Vibonesi, infatti Mengoni rileva Marson che quindi lascia il campo dopo la prima parte di gara (probabile contusione per lui). CI prova Spina con un diagonale respinto dall'estremo difensore avversario. Per il Palermo ci prova Rauti che spara alto. Il resto della gara è con predominanza rosanero, infatti il Palermo prova in tutti i modi a passare in vantaggio ma senza riuscirci, per merito anche e soprattutto del neo entrato Mengoni, il quale si rende protagonista del match con degli interventi di alto livello. Il portiere rossoblù infatti neutralizza alla grande e fra le altre su Valente, che approfitta di una grave sbavatura di Vergara.

Palermo che più passa il tempo e più si fa pericoloso, ma Vibonese che avrebbe le sue poche buone occasioni per provare il colpo gobbo, infatti al 20' circa ci prova con Statella che, su azione di contropiede (tre contro due) può impensierire Pelagotti ma si fa recuperare da Accardi. Rosanero che spingono forte e vanno vicini alla marcatura con Accardi (tiro dalla distanza che termina fuori) e mettono dentro Kanoute, rendendosi quasi a trazione anteriore.

Per la Vibonese entra nel finale La Ragione e subito si rende protagonista di una bella giocata che costa il giallo a Somma. Mengoni fa il Superman smanacciando cross e, come in occasione della conclusione di Floriano, compie un vero e proprio miracolo gettando nello sconforto i palermitani. Proprio l'ex settore giovanile amaranto sfiora la rete nel finale con un sinistro sul quale Pelagotti compie una prodezza impedendo agli ospiti di passare in vantaggio.

Vibonese che vede la salvezza e mostra, non solo capacità e voglia di soffrire ma anche pericolosità; dall'altra parte un Palermo che deve stare attento a non uscire dalla zona playoff.

Sezione: Vibonese / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 18:10
Autore: Luigi Martino
Vedi letture
Print