La Vibonese si è salvata, aritmeticamente, non senza difficoltà, in una stagione travagliata per tutti i motivi che conosciamo. Un’annata che sembrava iniziata col botto sulla scia del lavoro della gestione Modica, bel calcio e risultati anche sotto la gestione Galfano, ma giornata dopo giornata, tutto sembrava complicarsi maledettamente e sempre più. La società è stata brava a scegliere l’allenatore giusto al momento giusto, ci sono degli evidenti meriti di Giorgio Roselli sulla salvezza della Vibonese. Il tecnico è stato capace di comprendere il momento giusto per affondare e il momento giusto per accontentarsi, punticino dopo punticino, vittorie pesanti e capacità di trarre il massimo con il materiale a disposizione.

La salvezza aritmetica è la sua rivincita, dopo le avventure di San Benedetto del Tronto e Monopoli, del futuro non v’è certezza, la Vibonese ripartirà ancora dalla terza serie, con unità d’intenti e voglia di non risparmarsi mai…

Sezione: Primo piano / Data: Mer 28 aprile 2021 alle 11:51
Autore: Attilio Malena / Twitter: @attiliomalena
Vedi letture
Print