Reggina e Ascoli, si dividono la posta in palio con due reti per parte. Partita non bella ma combattuta fino alla fine. Un pareggio che forse accontenta più i marchigiani rispetto ai ragazzi di Baroni, i quali restano a -1 dalla zona play off.  La Reggina trova il vantaggio con Cionek, mentre l’Ascoli prova a reagire procurandosi un rigore, fallito però da Sabiri, che per sua sfortuna ha trovato uno straordinario Nicolas. Il giocatore di origini marocchine si rifà poco dopo, servendo l’assist del pareggio firmato da Bajic. Nella ripresa è ancora Sabiri protagonista, con una magia che consente all’Ascoli di ribaltare il risultato. Gli amaranto non si scompongono, Baroni butta nella mischia Denis, Bellomo e Edera, bravi a dare il giusto apporto alla manovra offensiva della Reggina. Non a caso arriva il pareggio dei padroni di casa, merito di un’azione che parte dai piedi di Denis, abile nel suggerire a Rivas che a sua volta serve il pallone vincente a Montalto. Una Reggina che non molla mai, caparbia nel ricercare sempre il goal, caratteristica entrata ormai da tempo nel dna di Crisetig e compagni. A due giornate dal termine, la Reggina ha ancora tutte le possibilità di chiudere la stagione regolare tra le prime otto posizioni. I prossimi impegni contro Lecce e Frosinone, saranno decisiva per una Reggina che comunque vada ha onorato al meglio il suo campionato e regalato bellissime emozioni fino alla fine.

TOP

Sabiri- Il forte centrocampista offensivo dei marchigiani, rigore a parte, è stato il migliore dei ventidue in campo. Qualità e potenza allo stato puro, il suo goal è da vera antologia. Chapeau !

Nicolas- L’estremo difensore amaranto ancora una volta decisivo, sempre attento e reattivo. Incolpevole nei due goal subiti, neutralizza Sabiri dagli undici metri e trasmette sicurezza all’intero reparto difensivo. Merita assolutamente il rinnovo contrattuale, ma siamo certi che la società del presidente Gallo non si farà sfuggirà questa importante occasione.

Montalto- Corre, lotta, segna, l’ex Bari non si risparmia mai. Realizza il goal del pareggio che consente alla Reggina di continuare a cullare il sogno play off.

FLOP

Dalle Mura- Il talento di Scuola Fiorentina è di sicuro avvenire, ma l’ingenuità che obbliga al suo compagno Cionek di causare il rigore è figlio a di un suo errore,  nato da una situazione che avrebbe potuto gestire meglio.

Lakicevic- Grande corsa e determinazione dell’esterno destro serbo, peccato che in occasione del pareggio ascolano si trovava fuori posizione non riuscendo successivamente a chiudere l’angolo che ha permesso agli ospiti di pareggiare.

Liotti- Nelle uscite precedenti è stato decisivo entrando a gara in corsa, questa volta schierato dal primo minuto non è riuscito a dare il suo solito prezioso contributo, senza essere mai incisivo sulla sua corsia di competenza.

Dionisi- L’esperto attaccante ex Frosinone era tra i giocatori più attesi di questo match, ma non è riuscito a pungere e tanto meno creare grossi pericoli alla difesa amaranto. Qualche spunto interessante e niente più, troppo poco per un giocatore del suo calibro, uomo in più nel girone di ritorno della compagine bianconera.

Sezione: Primo piano / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 16:24
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print