In esclusiva ai nostri microfoni il tecnico del Cittanova Pietro Infantino, il quale analizza il buon momento vissuto in casa giallorossa presentando il difficile match di domani contro il Rotonda

Buonasera Mister, il Cittanova nelle ultime tre gare ha conquistato sette punti. Un bottino importante in chiave salvezza?

“ In questa categoria non puoi considerarti tranquillo se non si supera la soglia dei quaranta punti. Rilassarsi diventa un pericolo tant’è che è fondamentale mantenere sempre alta la concentrazione. Dobbiamo continuare a lavorare in questo modo perché non si può mollare e la distanza di soli quattro punti dal playout sono pochissimi con dodici partite a disposizione. Tra le altre cose, dovremo affrontare avversari difficilissimi come il Rotonda - squadra in lotta per i playoff - a partire già da domani, il recupero con il San Luca, proseguire al Tupparello contro l’Acireale, in casa affronteremo l’FC Messina per poi recarci a Vallo della Lucania contro la Gelbison. In questo momento pensiamo esclusivamente all’obiettivo immediato, come garanzia per il raggiungimento di quello finale “.

L’abbraccio di Silenzi nei suoi confronti, così come di tutta la squadra, vuole evidenziare l’unità del team nei momenti di difficoltà?

“ La stessa situazione si è ripetuta anche contro il Dattilo, dopo il secondo gol tutto il gruppo è venuto ad abbracciarsi in panchina. Questo squadra l’ho creata io e conosco il valore di ognuno di loro che va al di là del proprio mestiere o dei propri ruoli. Prima di tutto vengono fuori gli uomini, è necessario avere fiducia con chi si lavora. Stima, carattere e compattezza devono essere la nostra forza. Con queste componenti i risultati arrivano più facilmente ”. .

E’ stata ritrovata l’identità di inizio campionato?

" Sicuramente ci sono molte similitudini in quanto allenatore e calciatori sono gli stessi. C’eravamo un po’ smarriti, ma adesso tutti insieme siamo riusciti a venire fuori da questo difficile momento. Nelle difficoltà, credo, che l’unione tra società, tecnico, staff, giocatori sia stata essenziale per ricompattare l’ambiente in modo straordinario producendo questa striscia positiva di risultati che, comunque, non è sufficiente ".  

Domani sfiderete il Rotonda. L’obiettivo è la continuità?

" Si, giocheremo con la consapevolezza di affrontare una squadra in crescendo che ha fatto tantissimi punti, dove allenatore e calciatori si conoscono molto bene, tra le loro fila ci sono molti ex Troina che hanno disputato i playoff. Sono abituato a guardare in casa nostra perchè sò di avere a disposizione un gruppo molto valido, composto da elementi importanti. Se saremo concentrati riuscendo a fare il nostro lavoro al 100%, gli avversari sembreranno meno forti ". 

Sezione: Serie D / Data: Mer 31 marzo 2021 alle 19:00
Autore: Antonio Spina
Vedi letture
Print