Wladimiro Falcone è stata una delle poche note positive del Cosenza. Nonostante la retrocessione in LegaPro, il classe ’95 ha disputato una stagione da protagonista con la maglia rossoblu, tanto che ora su di lui ci sono le attenzioni di diversi club di Serie A. Nato a Roma il 12 aprile 1995, Falcone arriva in Serie B dopo tanta gavetta nelle categorie inferiori, vestendo le maglie di Como, Savona, Lucchese e Gavorrano. Prelevato dalla Sampdoria nel 2011 dalla Vigor Perconti, il club blu cerchiato in questi anni ha sempre mantenuto il cartellino del giocatore, concedendolo però in prestito a diversi club. In questa stagione tra le fila del Cosenza, è stato capace di parare ben 5 rigori, oltre ad essersi reso protagonista con diversi interventi decisivi che più volte hanno portato punti pesanti alla formazione calabrese. Dotato di spiccata forza fisica e reattività, impeccabile nelle uscite e nella gestione dell’area, qualità imprescindibili per un portiere, può vantare un’innata visione di gioco, caratteristiche che fanno di lui la perfetta incarnazione del ruolo del portiere moderno di “scuola guardiolana”. Le sue doti tecniche, unite ad una forte personalità che traspare dalla carica agonistica e dalla sicurezza che riesce a trasmettere ai suoi, lo hanno portato più volte ad essere nella top 11 di LegaB. Giocatore indispensabile per il Cosenza di Mister Occhiuzzi, Falcone ha tutte le caratteristiche per aspirare ora a vestire maglie di maggior caratura. Il suo futuro? Potrebbe tornare a Genova e ritagliarsi un ruolo da protagonista, ma sulle sue tracce c’è anche la Fiorentina, in vista della partenza di Dragowski.
Sezione: Cosenza / Data: Gio 13 maggio 2021 alle 11:15
Autore: Ilaria Presta
Vedi letture
Print