In esclusiva ai nostri microfoni, Giulio Meozzi, agente dell’estremo difensore del Cosenza, Wladimiro Falcone. Il forte portiere di scuola Sampdoria, all’esordio in cadetteria si sta rivelando l’uomo in più della compagine rossoblu in maniera decisiva, soprattutto nel neutralizzare i tiri dal dischetto.

Buonasera Giulio, si attendeva questo ottimo avvio di stagione da parte di Wladimiro ?

‘Si, non sono per nulla sorpreso, lo conosco bene da quando aveva 14 anni, perciò l’ho seguito in tutte le sue evoluzioni. Già a Lucca si era ben messo in evidenza, lo scorso anno ha fatto esperienza nella Sampdoria sia da secondo che da terzo portiere. Questa stagione a Cosenza, rappresenta l’anno della consacrazione per poter fare il salto di qualità’.

Se il ragazzo dovesse mantenere questo rendimento positivo, ci sarebbe eventualmente la possibilità di vederlo tra i nomi più gettonati del mercato di gennaio ?

‘Assolutamente no, Wladimiro chiuderà la stagione al Cosenza ‘.

Tra le qualità di questo portiere, c’è senz’altro quella di essere uno specialista nel parare i rigori. Qual è il suo segreto ?

‘Lui studia sempre  i rigoristi avversari, ma ha sempre avuto questa abilità. Lo si vedeva già ai tempi degli Allievi alla Samp, dove è stato decisivo in semifinale e finale, neutralizzando diversi tiri dal dischetto e  consentendo ai blucerchiati di vincere il tricolore ‘.

L’Italia è ancora oggi la migliore scuola di portieri, Wladimiro Falcone ne è un’ulteriore conferma. E’ d’accordo ?

‘Sicuramente, i nostri portieri sono ancora tutt’oggi apprezzati all’estero. Poi c’è quel portiere che emerge prima o quello che emerge dopo, ma tecnicamente la nostra scuola è ancora la migliore come la storia insegna ‘.

Sezione: Primo piano / Data: Mer 11 novembre 2020 alle 18:58
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print