La Reggina è chiamata a rispondere e a rialzare la testa contro un avversario non semplice, il Pisa, il quale ancora non ha trionfato in questa stagione. Una prima frazione di studio e aggressività con poche emozioni, le più pericolose le crea la squadra di D'Angelo dalla distanza, mettendo un po' in apprensione i padroni di casa. Gli ospiti partono bene con Vido e soprattutto con Gucher: la conclusione che batte Plizzari viene deviata da Palombi, il quale però si trova in posizione di offside. La sveglia della Reggina suona tardi, tuttavia si fa trovare pronta sull'errore difensivo di Birindelli, scivola e spalanca la strada del gol a Situm, 1-0 per gli amaranto. I padroni di casa gestiscono senza alcun problema il vantaggio nel finale di primo tempo. Da segnalare il cambio forzato di Toscano per il problema muscolare a Menez, dentro Bianchi.

Nella ripresa l'ingenuità di Crisetig: già ammonito, commette fallo su Vido e ritorna subito negli spogliatoi lasciando i compagni in 10. Il Pisa con l'uomo in più fa la partita e la Reggina si rintana nella sua metà campo. Ruota di cambi: forze fresche per entrambe le compagini. I calabresi stringono i denti e cercano le ripartenze: Di Chiara, con l'aiuto del neo entrato Denis, inventa la giocata superando il difensore nerazzurro ma poi trova un super Perilli a dire no. Dall'altra parte i toscani non riescono a fare male, merito anche degli amaranto che non lasciano spazi, dalla distanza con Mazzitelli, solo grande potenza: palla alta. Ma nel finale il pressing nerazzurro aumenta e arriva la doppia doccia fredda: la magia di Masucci in rovesciata e il guizzo di Sibilli a spedire la Reggina in un tunnel senza uscita. 

Ecco i Top e Flop: 

TOP: 

SITUM (REGGINA): prestazione di livello sia in fase difensiva che in quella offensiva. Ritorna al gol in Italia con una delle sue specialità, ovvero l'affondo sulla fascia poi tiro-cross e palla che si insacca. DINAMICO 

FOLORUNSHO (REGGINA): muscoli e personalità. Riesce sempre ad interrompere il gioco avversario. Il polmone del centrocampo amaranto. 

MASUCCI (PISA): entra e gela la Reggina: rovesciata da copertina a regalare un pari d'oro. DECISIVO

SiBILLI (PISA): ingresso da sogno e consegna i primi tre punti della stagione ai nerazzurri. SPINA LETALE 

FLOP: 

BIRINDELLI (PISA): il primo errore nell'aver sbagliato i tacchetti da utilizzare in un campo pesante e poi di conseguenza arriva il secondo errore scivola e facilita il lavoro a Situm. Deve ringraziare i compagni che ci mettono la pezza e oscurano il tutto. APPANNATO 

CRISETIG (REGGINA): ingenuità da lui difficile da rilevare. Condanna la sua squadra a soffrire e poi ne esce una sconfitta. INSUFFICIENZA PIENA 

Sezione: Primo piano / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 23:05
Autore: Francesco Quattrone / Twitter: @fquattrone12
Vedi letture
Print