Vibonese-Avellino 2-0

Marcatori: Pugliese 19'  - Tumbarello 95'

Tre punti preziosi per la Vibonese al "Razza" che arrivano contro l'Avellino di Braglia e la squadra del presidente Caffo può respirare aria di salvezza.

PRIMO TEMPO

L'avvio fa comprende il peso dei tre punti, soprattutto per i padroni di casa, ed il ghiaccio viene rotto da Pugliese che al minuto 12' ha sui piedi la prima nitida opportunità per portare in vantaggio i suoi; occasione che viene interrotta per posizione di fuorigioco. Ospiti che recriminano poco dopo per un intervento su Alpi da parte di Bachini, in area di rigore, ma Monaldi di Macerata lascia correre.

Al minuto 19' ci pensa Pugliese a portare in vantaggio la Vibonese su azione combinata con Spina che salta due avversari prima di fornire l'assist al compagno di squadra; cinque minuti dopo i padroni di casa potrebbero avere un occasione d'oro per raddoppiare, infatti gli uomini di Roselli chiedono il penalty per probabile intervento di mano da parte di Miceli, ma Monaldi non sancisce la massima punizione neanche stavolta. 

Altra buona occasione per l'Avellino con Miceli e Mengoni che neutralizza senza troppi patemi. Ci prova ancora la Vibonese con Statella che conclude tra le braccia di Forte. Al minuto 34' Spina sfiora il 2-0 approfittando di un suggerimento di Parigi. Sul finire della prima parte di gara ci prova l'Avellino con l'ex amaranto De Francesco, conclusione respinta da Mengoni e primo tempo che termina 1-0 per i calabresi.

SECONDO TEMPO

Nella seconda parte di gara gli uomini di Roselli provano subito il colpo di grazia ai danni dei biancoverdi e lo fa con Laaribi che colpisce il palo su punizione. La Vibonese vuole chiudere il match per evitare rischi, considerando la pericolosità dell'avversario, ed in contropiede con l'ex settore giovanile amaranto La Ragione che serve Plescia sfiora il raddoppio che viene impedito da Illanes che interviene in extremis ed evita il 2-0. Alla mezz'ora occasione più che ghiotta per i leoni: Laaribi va giù in area per effetto di un intervento di Aloi e stavolta Monaldi indica il dischetto; ci prova Pugliese ma sbaglia clamorosamente il tiro dagli undici metri e Forte neutralizza La gara è bellissima e costituita da continui capovolgimenti di fronte infatti, nell'azione successiva al rigore sbagliato dalla Vibonese,  l'Avellino ha un occasionissima per pareggiare ma Errico colpisce la traversa e sulla ribattuta Fella colpisce il palo con palla che si perde sul fondo e brivido per i padroni di casa.

Partita piacevole che vede una grande pressione da parte dell'Avellino nel tentativo di raddrizzare il risultato, ma gli irpini devono fare i conti, oltre che contro la sfortuna, anche con un Mengoni in grande spolvero sulla conclusione di Ciancio; difesa di casa che si fa apprezzare anche in disimpegno per effetto dell'azione disperata di Laezza con intervento provvidenziale di Bachini che mette in angolo. Ci prova nuovamente oltre il 90' l'Avellino con Errico, ma Mengoni neutralizza ancora. Al 95' arriva il raddoppio per gli uomini di Roselli che con Tumbarello sanciscono il risultato sul 2-0; vittoria importantissima per la Vibonese che, sconfessando una filosofia basata sul "non prenderle", con un goal per tempo conquista tre punti e continua a correre verso una preziosissima salvezza.

Sezione: Vibonese / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 20:30
Autore: Luigi Martino
Vedi letture
Print