Antonio Calabro: Serve l’atmosfera giusta per fare qualcosa di importante. A Picerno volevamo vincere. Ce l’abbiamo messa tutta, ma non ci siamo riusciti. Ma per noi nello spogliatoio ‘entusiasmo’ è la parola d’ordine”, dice Calabro, che non è preoccupato dalle pressioni della piazza. “Noi nel nostro spogliatoio – aggiunge – siamo uomini di calcio e dobbiamo pensare solo a fare bene il nostro lavoro. Non ci dobbiamo far trascinare dalle situazioni esterne, nel bene e nel male, serve sempre molto equilibrio”. Domani al Ceravolo arriva il Potenza, “una squadra che quando è schierata con il 5-3-2 è molto abbottonata. Prediligono il lancio lungo su Romero e sfruttano le seconde palle, hanno fisicità e giocatori che conoscono bene la categoria”. Un elemento di difficoltà è rappresentato da un terreno di gioco che si prevede pesante per la pioggia: “Ogni gara presenta difficoltà, così come quella di Picerno, dove non è stato semplice tenere palla sul campo inzuppato. La squadra deve superare queste difficoltà portando gli episodi dalla propria parte, in modo che le partite non diventino più complicate di quanto sono in partenza”,

Sezione: Catanzaro / Data: Sab 11 settembre 2021 alle 16:31
Autore: Rocco Calandruccio
vedi letture
Print