L’ex tecnico del Cosenza, Piero Braglia, oggi alla guida dell'Avellino, ha vinto la prima sfida al Collegio arbitrale della Figc nei confronti del presidente rossoblu, Eugenio Guarascio.  La questione tra le due parti è legata alla mancata retribuzione, che il massimo dirigente del club silano non ha versato al tecnico toscano dopo l’esonero avvenuto lo scorso 10 febbraio 2020. Guarascio, rappresentato dall’avvocato Cesare Di Cintio, riteneva di non dover pagare Braglia, poiché subito dopo il divorzio, a causa del lockdown, sono state sospese tutte le attività sportive. Al momento il Collegio arbitrale federale, ha dato ragione a Braglia, rappresentato dall’avvocato Grassani. L’appello è già stato fissato nel mese di maggio, davanti al giudice del lavoro di Milano.

Sezione: Cosenza / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 23:39
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print