Messa alle spalle anche quest’altra sosta per gli impegni delle Nazionali, ci prepariamo ad assistere all’ottava giornata del campionato cadetto, che apre i battenti questa sera con l’anticipo dello Stirpe tra Frosinone e Cosenza. A partire da questo turno, le due formazioni calabresi Reggina e Cosenza , sono chiamate al pronto riscatto nei rispettivi impegni contro Pisa e Frosinone. Come dicevamo in apertura, tra poche ore il Cosenza di mister Occhiuzzi  sarà  impegnato nella difficile trasferta di Frosinone, dove ha l’obbligo di interrompere la mini striscia negativa di due ko consecutivi e allo stesso tempo conquistare il primo successo in campionato. Sulla carta i ciociari partono con i favori del pronostico, ma i rossoblu proveranno a stupire attraverso l’organizzazione in campo e quella compattezza che spesso ha premiato i silani.  In casa Reggina, c’è molta attesa per la sfida di domenica sera al Granillo contro il Pisa. La sfida tra gli amaranto e i toscani, torna disputarsi a distanza di  trenta anni. L’ultima volta che queste due squadre  si affrontarono fu proprio in Serie B nella stagione 89/90, gara che si concluse a reti inviolate sia al vecchio Comunale che in terra toscana. Il presente dice che sia Reggina e Pisa, hanno necessariamente bisogno di una vittoria. Gli amaranto, reduci da due sconfitte consecutive vogliono ritrovare il feeling con la vittoria che manca dalla seconda giornata. Dai ragazzi di Toscano , c’era d’attendersi qualcosa in più in  questa prima parte di stagione, ma va anche detto che la fortuna non ha certo aiutato  a Denis e compagni. Questa sfida rappresenta per gli amaranto l’occasione giusta per mettersi alle spalle il periodo difficile, in modo da poter ripartire al meglio per rilanciarsi verso le zone nobili della classifica. Il Pisa è tra le formazioni ancora a secco di vittorie,  a maggior ragione la sfida al Granillo per i ragazzi di D’Angelo rappresenta un vero e proprio crocevia per uscire dalla zona calda della classifica. In conclusione, un’ottava giornata molto significativa per le due calabresi, determinate a voltare pagina, soprattutto per ritrovare morale e fiducia nei propri mezzi, fondamentali per poter inseguire i rispettivi obiettivi prefissati.

Sezione: Editoriale / Data: Ven 20 novembre 2020 alle 18:17
Autore: Rocco Calandruccio
Vedi letture
Print